Ci sono moltissime persone che mi scrivono per richiedere l’indennità di Naspi. La prima domanda che mi viene fatta è: “Ma presentare la domanda per Naspi è gratis?”. Così prima di spiegare come funziona l’indennità di Naspi e quali requisiti ci vogliono per richiederla, ci tengo a darvi qualche info in più sugli eventuali costi.

LA DOMANDA DI DISOCCUPAZIONE NASPI E’ GRATIS?

Se la domanda di indennità di Naspi viene presentata in modo autonomo tramite:

  • Contact Center Inps
  • Online con Codice Pin Inps dispositivo
  • Online con Codice Spid

non ci sono costi da sostenere né diretti  né indiretti.

Se la domanda di indennità di Naspi viene presentata tramite:

  • Patronato

l’operatore potrebbe applicare una trattenuta sindacale mensile sulla disoccupazione e farvi pagare anche l’invio della domanda.

Dal 2018 infatti il Ministero del Lavoro e quasi tutti i sindacati hanno stipulato una convenzione economica che permette di applicare tariffe economiche a quasi tutte le pratiche erogate dai patronati. Se decidete di presentare la domanda di disoccupazione Naspi tramite patronato, caf e/o sindacato ricordatevi di chiedere sempre:

  • Tariffa per invio domanda di indennità Naspi;
  • Importo eventuale contributo sindacale, che verrà trattenuto per l’intero periodo della disoccupazione.

BENEFICIARI DELL’ INDENNITA’ DI NASPI

L’indennità Naspi spetta:

  • agli apprendisti;
  • ai lavoratori privati con contratto a tempo determinato/indeterminato;
  • ai dipendenti pubblici con contratto di lavoro a termine;
  • al personale artistico con rapporto di lavoro subordinato;
  • ai soci lavoratori, di qualsiasi tipo di cooperativa.

REQUISITI PER PRESENTARE LA DOMANDA DI INDENNITA’ DI NASPI.

Per presentare la Naspi bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere disoccupati;
  • avere almeno 13 settimane di contributi, nei 4 anni precedenti la data di presentazione domanda di indennità di Naspi;
  • avere almeno 30 giorni di lavoro effettivo, nei 12 mesi precedenti la data di presentazione domanda di indennità di Naspi.

La domanda deve essere presentata entro 68 giorni dalla chiusura del rapporto di lavoro.

Di seguito modalità di cessazione di rapporto lavorativo che permettono di maturare il requisito per presentare la domanda di indennità di Naspi:

  • licenziamento per giustificato motivo oggettivo o soggettivo;
  • licenziamento per giusta causa;
  • dimissioni per giusta causa (no per malattia);
  • scadenza del contratto di lavoro a tempo determinato;
  • risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, quando richiesta dal datore di lavoro;
  • dimissioni volontarie di madri lavoratrici entro il compimento del primo anno di vita del minore.

COME SI PRESENTA LA DOMANDA NASPI

La domanda di indennità di Naspi si può presentare con le seguenti modalità:

  • personalmente tramite Contact Center Inps al numero verde 803.164 da telefono fisso o al numero INPS 06.164.164 da telefono mobile. Occorre essere in possesso di pin Inps dispositivo.
  • personalmente utilizzando il portale My INPS tramite codice PIN dispositivo Inps;
  • personalmente utilizzando il portale My INPS tramite codice SPID;
  • tramite patronato di zona: ricordate di chiedere sempre anticipatamente il costo della pratica e se viene applicata una ritenuta mensile come contributo sindacale.

QUALI DOCUMENTI NECESSARI PER LA DOMANDA DISOCCUPAZIONE NASPI

Se si presenta la domanda in modo autonomo, bisogna munirsi dei seguenti documenti:

  • documento d’identità in corso di validità (carta d’identità o patente, passaporto e permesso di soggiorno se cittadino extracomunitario);
  • modello SR163 compilato correttamente, timbrato e firmato da Posta/Banca indicando Naspi nella sezione “descrizione”. Se siete titolari di conto corrente presso una banca online, il modello SR163 deve essere compilato e firmato da voi e va presentato/allegato unitamente alla stampa delle coordinate bancarie scaricate dalla apposita sezione del vostro home banking;
  • ultime 3 buste paga;
  • lettera di licenziamento o lettera di dimissioni volontarie per giusta causa;
  • eventuale convalida della Direzione provinciale del Lavoro provinciale, nel caso di dimissioni per giusta causa durante la Maternità o la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

Una volta terminata la compilazione della pratica, occorre rileggere attentamente tutti i dati e poi darne conferma.

La conferma vi permetterà di poter scaricare sia la copia della domanda presentata sia la ricevuta di protocollo. Il protocollo sarà utile sia per attestare l’effettiva presentazione della domanda stessa entro i termini previsti sia per consultare tramite contact center Inps l’iter della stessa. Al termine della conferma di presentazione pratica potrete compilare, sempre in modalità online, due moduli a parte:

  • detrazioni fiscali;
  • anf;

Il primo modulo è utile per coloro che devono richiedere una ritenuta Irpef differente da quella dei redditi dipendente e assimilati, mentre il secondo per richiedere l’erogazione a carico diretto di Inps degli assegni nucleo familiari prima erogati in busta paga anticipatamente dal datore di lavoro.

Entro 15 giorni dalla presentazione della domanda sarà necessario inviare una mail a pattodiservizio.centroimpiego.milano@afolmet.it indicando:

  • nome e cognome;
  • codice fiscale;
  • nr. protocollo Naspi.

Sarà possibile consultare la domanda tramite portale MY Inps accedendo con pin inps dispositivo o con Spid andando alla sezione NASPi -> Consultazione domanda. Entro 30/45 gg massimo riceverete un SMS o lettera di risposta sulla cassetta postale online dell’INPS indicante

  • accoglienza o reiezione della domanda;
  • decorrenza della Naspi (da che giorno inizia);
  • numero gg di diritto alla Naspi;
  • calcolo della rata mensile della disoccupazione Naspi.

In caso di accettazione domanda, potrete consultare lo stato dei pagamenti accedendo con pin inps dispositivo o con Spid andando alla sezione FASCICOLO PREVIDENZIALE  -> PRESTAZIONI -> PAGAMENTI.

Infine se avete piacere di risparmiare tempo prezioso e fare tutto comodamente online, ci siamo noi! Attraverso il form qui sotto potete entrare in contatto con noi e scoprire il nostro servizio per ottenere Naspi. A presto!

Hai già verificato a quali bonus/premialità/indennità hai diritto?

Congedo Parentale INPS

Congedo Parentale INPS, cos'è? ll congedo parentale INPS è un periodo di astensione dall’attività lavorativa che si aggiunge a quello obbligatorio di 5 mesi (di cui 2 prima del parto e 3 post), per il quale spetta una copertura economica a carico dell’INPS...

Diritti mamma lavoratrice

Diritti mamma lavoratrice, esistono davvero nel nostro Paese? I diritti mamma lavoratrice sono un tema molto serio. Le neo-mamme ogni anno sono 458 mila e nasce spontanea la domanda: secondo voi questa nostra Italia è un Paese fatto per Maternità e Madri?...