Calcolo ISEE, ecco tutte le tipologie

Nel calcolo ISEE sono previsti 6 diversi tipi di ISEE disponibili per contribuenti e fisco. Da ISEE ordinario ai modelli più specifici. 

Non sempre quello ordinario è adatto al proprio scopo. In questo articolo ricapitoliamo quali sono e quali i loro usi. Più l’ISEE è specifico e più aumenta la complessità del DSU da compilare per ottenere il modello ISEE. 

1) ISEE standard o ordinario

Si applica alla maggior parte delle agevolazioni fiscali ed economiche previste dalla legge per chi ha un reddito basso in relazione al nucleo familiare. Generalmente si richiede per ottenere i vari bonus erogati da Stato e Comuni, come per esempio il bonus gas ed elettrico, l’assegno per famiglie numerose, la social card e così via.

2) ISEE Università

Anche in questo caso ci possono essere diverse condizioni, a seconda della situazione e del numero di genitori presenti nel nucleo familiare. Il simulatore per il calcolo dell’ISEE università considera anche la condizione dello studente stesso (autonomo o meno). Va detto che la situazione è di una complessità notevole. Si richiede per ottenere borse di studio, collaborazioni e esenzioni dal pagamento delle tasse universitarie.

3) Socio sanitario e dottorato di ricerca

L’ISEE socio sanitario permette di accedere a prestazioni sanitarie non residenziali, quindi assistenza domiciliare per persone maggiorenni con disabilità (anche non autosufficienti). Come dice il nome, si applica anche ai corsi di dottorato di ricerca. In entrambi i casi, comunque, il richiedente ha la facoltà di scegliere un nucleo ristretto invece di quello ordinario. Quindi si può fare il calcolo ISEE su un nucleo composto da: beneficiario (il richiedente), coniuge, figli minorenni e maggiorenni a carico Irpef. In questo caso va compilato il modulo MB.1rid.

4) Socio sanitario residenze

L’ISEE socio sanitario residenze si occupa invece di garantire l’erogazione di prestazioni di carattere residenziale, sempre a persone maggiorenni, come ricoveri presso istituti assistenziali o strutture protette. Anche in questo caso si può scegliere un nucleo ristretto.

5) Minorenni

Il campo di applicazione è piuttosto complesso (e non così semplice come si potrebbe pensare a prima vista). Il simulatore stesso dell’ISEE minorenni, presente sul sito dell’Inps, prevede diverse situazioni: i genitori del minorenne conviventi o coniugati, separati o divorziati, oppure se nel nucleo familiare è presente un solo genitore.           Si usa per richiedere prestazioni agevolate, come tariffe scontate per l’asilo nido, mense scolastiche e buoni per l’acquisto di libri per lo studio dei figli.

6) ISEE corrente

Se si è già richiesto un Indice della Situazione Equivalente, che quindi è in corso di validità, si può comunque ottenere il cosiddetto “ISEE Corrente”, che si riferisce ad un periodo di tempo piuttosto ravvicinato rispetto a quello della presentazione della DSU. Può essere utile per richiedere una prestazione agevolata compatibile solo con alcune fasce di appartenenza ed in presenza di eventi che comportano una perdita totale o parziale di reddito familiare, come la perdita del posto di lavoro, o la diminuzione delle ore lavorate, a causa di Covid-19, per esempio. L’ISEE corrente 2020 ha una validità di due mesi, se si è lavoratori dipendenti, poi è necessario rinnovarlo. 

I casi in cui è possibile richiederlo sono i seguenti:

a) Lavoro dipendente e autonomo – Per quanto riguarda i lavoratori dipendenti, sia a tempo indeterminato che a termine, si può richiedere l’ISEE corrente nel caso in cui ci sia stata una sospensione, riduzione o perdita del posto di lavoro. È proprio il caso generato dall’emergenza Coronavirus. Per quanto riguarda gli autonomi, invece, si può fare richiesta in caso di cessazione dell’attività.

b) Reddito familiare – Un’altra condizione che legittima la richiesta dell’Isee corrente è quella in cui ci sia stata una significativa variazione del reddito complessivo del nucleo familiare, corrispondente ad una quota superiore al 25%. Anche in questo caso le problematiche generate da Covid 19 stanno portando tante persone a richiedere l’Isee corrente per accedere a bonus, aiuti alle famiglie e contributi vari alla povertà.

c) Termine benefici – Se anche per un solo componente del nucleo familiare sono scaduti i termini per beneficiare di trattamenti assistenziali o previdenziali, così come di varie indennità, allora si può richiedere l’Isee corrente.

Ora che sai quali sono le tipologie esistenti di ISEE, leggi anche il nostro articolo su Attestazione ISEE 

Hai già verificato a quali bonus/premialità/indennità hai diritto?

Bonus Sociale o Bonus Luce e Gas

Bonus Sociale o Bonus Luce e Gas

Bonus Sociale, di che si tratta?Il bonus sociale, anche detto bonus luce e gas, è uno sconto nella bolletta di luce, gas e acqua previsto sia per le famiglie in condizioni di disagio economico, sociale e fisico, sia per i nuclei familiari numerosi.Ad oggi...

Bonus Baby Sitter decreto Ristori bis

Bonus Baby Sitter decreto Ristori bis

Bonus Baby Sitter decreto Ristori bisCon il Bonus Baby Sitter decreto Ristori bis il governo ha deciso di estendere alcune misure a sostegno delle famiglie che devono conciliare gli impegni lavorativi con l’assistenza dei figli rimasti a casa.Questo nuovo...